trattamenti
 
immagini

Il contenzioso giuridico in odontoiatrìa è notevolmente aumentato nell' ultimo decennio, a seguito di due fenomeni fondamentali:

- il progresso scientifico, che consente soluzioni terapeutiche inimmaginabili fino a pochi anni fa (di altissima qualità, ma di complessa realizzazione)

- una maggiore consapevolezza del diritto alla salute e dunque una maggiore aspettativa di risultati da parte dei pazienti.

Si calcola che, in medicina, i fallimenti terapeutici ("adverse events") rappresentino circa   l' 1 % delle prestazioni totali.

Nell' ambito di questi eventi avversi, solo un terzo dei casi è attribuibile ad errori, che possono configurare profili di responsabilità professionale.                                         

Infatti, la professione medica, malgrado tutti i progressi scientifici, continua a conservare una sua intrinseca aleatorietà: l' esecuzione di una prestazione diagnostico-terapeutica ottimale non garantisce "di per sè" il raggiungimento del risultato desiderato, perchè esiste sempre un margine di imprevedibilità nella risposta dell' organismo.

Da sempre, l' odontoiatrìa, come la medicina, si cimenta con eventi avversi, che possono essere inquadrati, a seconda dei casi, come "complicanze" inevitabili o come conseguenza di errori professionali (da negligenza, imperizia o imprudenza).

L' odontoiatrìa, rispetto ad altre branche della medicina, presenta, poi, alcune peculiarità:     

- la prestazione, frequentemente, riguarda tessuti duri dentali o manufatti protesici che permangono inalterati nel tempo, per cui è più agevole la ricerca di un eventuale nesso causale tra danno ed operato del professionista

- una parte degli interventi odontoiatrici riveste una valenza solamente estetica, il che vincola al raggiungimento di un risultato, a prescindere dall' impegno profuso dal professionista.

Occupandoci, da vari anni, degli aspetti medico-legali legati all' esercizio della professione odontoiatrica, siamo spesso chiamati a fornire delle consulenze.

Veniamo interpellati sia da legali di pazienti insoddisfatti, sia da colleghi coinvolti personalmente in queste problematiche.

Grazie alla nostra esperienza, cerchiamo di operare, con scrupolo e correttezza, valutazioni specialistiche di interesse medico-legale, che aiutino a dirimere anche i casi più complessi.

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

Gerin C. (1987), La valutazione medico-legale del danno alla persona in responsabilità civile, ed. Giuffrè

Montagna F., De Leo D., Carli P.O. (1998), La responsabilità nella professione odontoiatrica, ed. Promoass

Montagna F., Orrico M. (2008), Odontoiatrìa legale: responsabilità professionale, ed. Grafica Effegi - edizione extra-commerciale per "Gli Amici di Brugg" -

Calcagni C., Caldarazzo V. (2008), Questioni medico-legali odontoiatriche, ed. Ermes

 

 

 

 
Powered by Barozziweb